giovedì 20 ottobre 2016

Ettamiano riserva annata 2011 di Cantina due Palme

Ettamiano di Cantina due Palme


Cantina due Palme è una cooperativa di produttori che, sotto la sapiente guida di Angelo Maci, ha saputo creare una batteria di prodotti dall'eccezionale rapporto qualità-prezzo, con l'ulteriore nota positiva che i suoi vini incontrano il favore di una fetta di pubblico che va dall'inesperto bevitore, all'appassionato fino ad arrivare al sommelier professionista.
I 1000 soci conferitori, i 2500 ettari di vigneto, milioni di bottiglie prodotte, più di 25 referenze sono numeri importanti, che riescono incredibilmente a parlarsi con una qualità produttiva invidiabile per produttori anche molto più piccoli.

Tra la sua vasta produzione troviamo anche Ettamiano, un primitivo riserva che ho recentemente assaggiato nell'annata 2011, in una serata di insolito freddo autunnale dopo un settembre particolarmente caldo e senza pioggia.
Anche l'Ettamiano non si discosta per rapporto qualità-prezzo a tutto il resto della vasta produzione della cooperativa di Cellino San Marco.

Il naso sviluppa subito impressioni olfattive di frutta matura come la prugna, la marmellata di mirtilli, la liquirizia; dopo un po' di areazione compaiono anche note più delicate e raffinate come l'anice e il mirto, mentre a chiudere compaiono note ferrose e noce moscata.
Corpo è rotondo, proprio di una struttura piacevole che si finalizza sul palato in tannini ben presenti ma al contempo setosi, sorso dinamico e coerente con l'analisi olfattiva, dove ricompaiono liquirizia e noce moscata.
Per i miei gusti degli ultimi tempi l'equilibrio è un po' più giocato sulle morbidezze, ma occorre anche dire che questo permette di incontrare il favore di una platea indubbiamente maggiore senza perdere in raffinatezza complessiva.





Nessun commento:

Posta un commento