sabato 27 dicembre 2014

IL GENERALE TERRE DI CASOLE DOC (2009) - AZIENDA AGRICOLA OSTRICHETTA



Tra il precedente post sul Sassicaia e il successivo e ultimo post dell'anno che sarà inevitabilmente incentrato sui miei vini preferiti del 2014, devo parlare di una Doc a me completamente sconosciuta.
La Doc Terre di Casole è una delle 39 Denominazioni di origini controllate della Toscana, di sicuro non la più famosa o quella di maggiore prestigio.
E' stata creata nel 2007 e ricomprende un Terre di Casole Bianco con un minimo di 50% di Chardonnay, un Terre di Casole rosso, superiore e riserva composti da un minimo di 85% di Sangiovese e un Terre di Casole Passito.
La zona di produzione è composta dai terreni compresi nel comune di Casole d'Elsa, graziosissimo comune di 4.000 anime poco lontano da Siena, arroccato su una collina e circondato dal tipico paesaggio senese composto da vigne, cipressi e campi coltivati.

Di questa denominazione ho provato Il Generale, annata 2009, dell'Azienda Agricola Ostrichetta.
E' un Sangiovese dal bouquet interessante con un inizio di sentori terziari (pellame), macchia mediterranea, frutta nera e rossa.
La buona impressione al naso è però in parte disattesa dal sorso. Il vino infatti tende a scappare un po' troppo in fretta dal palato, i tannini sono piuttosto timidi (strano per un Sangiovese) e anche sulla persistenza potrebbe fare di meglio.
Insomma un vino a due facce: ottimo al naso non sufficientemente all'altezza in bocca.
Sarebbe da verificare se almeno in parte sia colpa dell'annata 2009, magari non particolarmente esaltante per questo tipo di vino, ma obiettivamente in rete ho trovato pochissime notizie al riguardo.
Non rimane quindi che dargli una seconda occasione in un futuro prossimo, magari nel 2015.



Nessun commento:

Posta un commento